Seminare Valore, Coltivare Comunità

Seminare Valore, Coltivare Comunità

Un progetto per la creazione di luoghi di inclusione e riconnessione con l’ambiente che abitiamo

 

 

«Non ci sono due crisi separate,

una ambientale e un’altra sociale,

bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale»

Papa Francesco

 

 

 

Seminare Valore, Coltivare Comunità è un progetto ideato dalla Cooperativa Sociale Gasparina di Sopra in partenariato con il Parco del Serio, la Cooperativa Sociale Agricola MOOBAA e l’agenzia per il lavoro Mestieri Lombardia (sede di Treviglio). Il progetto è stato presentato nell’ambito del bando Coltivare Valore 2020 di Fondazione Cariplo, un bando congiunto tra le due grandi aree Ambiente e Servizi alla Persona.

 

Costruendo le azioni di Seminare Valore, Coltivare Comunità abbiamo provato a individuare il nesso tra le due dimensioni e a formulare una progettualità di sintesi organica tra di esse.

 

Il contesto, ovvero le radici del progetto

 

Seminare Valore, Coltivare Comunità si sviluppa in un contesto segnato da fratture ecologiche determinate dalla realizzazione di grandi opere infrastrutturali e da una generale conversione produttiva del territorio. Unite a uno scenario di incertezza economica, esse portano con sé impoverimento del paesaggio, perdita dell’identità territoriale, condizioni lavorative precarie e una generale compromissione delle risorse relazionali della società.

 

Inoltre, la restrizione delle opportunità occupazionali ha accresciuto il gap di competitività accrescendo le difficoltà di accesso e permanenza nel mondo del lavoro da parte di soggetti in situazione di fragilità. La contrazione del mercato del lavoro si è abbattuta in modo particolare su categorie già portatrici di fragilità.

 

Il progetto mira a promuovere l’inserimento lavorativo per rilanciare le risorse materiali e sociali dei soggetti fragili e offrire al tempo stesso alla comunità locale occasioni di rimarginazione delle proprie fratture socio-ambientali.

 

Cosa faremo? E con che obiettivi?

Il progetto prevede quattro tipologie di azioni: l’inserimento lavorativo, lo sviluppo della filiera agricola, l’educazione ambientale e la valorizzazione dell’ecosistema e della sua fruibilità ecoturistica.

 

Gli obiettivi del progetto sono la riqualificazione dell’ambiente naturale e l’incremento della biodiversità, il ripristino della qualità ambientale e paesaggistica, la diversificazione del paesaggio agricolo, l’adozione di sistemi di produzione dal ridotto impatto ambientale e la produzione di prodotti tipici e di qualità. Sono obiettivi del progetto anche la promozione di opportunità occupazionali per soggetti fragili, il sostegno di modelli di economia solidale inclusiva e accogliente e il rafforzamento del carattere dell’agricoltura come opportunità educativa.

 

Abbiamo ricomposto questi obiettivi in uno più ampio: creare luoghi di inclusione per la comunità locale e spazi di riconnessione e riconciliazione tra di essa e l’ambiente che abita.

 

A chi ci rivolgiamo?

Al nostro territorio più vicino, quello che abitiamo, e alle sue comunità. Alla cooperazione, al mondo della scuola, alle istituzioni e alle realtà associative che animano la scena. Ai singoli cittadini, anche a voi, anche a te!

 

Uno dei punti di forza del progetto consiste proprio nell’essere riusciti a costruire un’estesa rete di enti provenienti da ambiti diversi. Ciascuno dei soggetti coinvolti sarà partecipe del cambiamento che ci auguriamo di produrre.

 

Cosa puoi fare per sostenere questo progetto?

 

Partecipa! Seguici e prendi parte alle iniziative che proporremo sul territorio. Lasciati coinvolgere e facci sapere che ci sei! Più siamo più il nostro impatto sarà profondo.

 

Alcuni appuntamenti

 

Martedì 23 febbraio 2021:

Evento on-line di presentazione del progetto Seminare Valore, Coltivare Comunità. 

Le modalità smart ci permettono di raggiungere tante persone, ma se ti sei perso l’evento puoi rivedere la diretta CLICCANDO QUI  e leggere il comunicato dell’evento QUI!

 

Tutti gli aggiornamenti e le attività sulle pagine FB  @GasparinaDiSopra e @CascinaGasparina.

 

Stay Tuned!!